Crea sito

Da 1701 a 1800 - infermiereonline concorsi pubblici Quiz infermiere quiz infermiere online quiz per concorso infermiere quiz per superare infermiere quiz di infermiere test di infermiere test università infermiere infermiere opinioni test concorso infermiere quiz infermiere online quiz infermieristica online test infermieristica online gratis test universitari medicina online quiz infermieristica online quiz infermieristica 2011 onlinequiz esame infermieristica quiz concorso infermiere, quiz per concorsi infermieri quiz per infermieri professionali test per infermieri test concorsi infermieri on line preparazione concorsi infermieri quiz per concorsi infermieri tesi infermieristica tesi di laurea infermieristica quiz infermieristica infermieristica pediatrica infermiere pediatrico Ricerche correlate a il ruolo dell'infermiere demansionamento infermiere Ricerche correlate a il ruolo dell'infermiereil ruolo dell'infermiere in hospice, il ruolo dell'infermiere in pronto soccorsoRicerche correlate a prova pratica infermiereprova pratica concorso infermiere infermiere esperto prova scritta concorsi infermieri oss infermiere argomenti concorsi infermieriinfermieristica in area critica passaggio consegne infermieristiche forum infermieristico in area critica ruolo dell'infermiere nella ricercail ruolo dell'infermiere nel consenso informatoil ruolo dell'infermiere di sala operatoriail ruolo dell'infermiere nelle cure palliativeil ruolo dell'infermiere in psichiatriail ruolo dell'infermiere nel processo donazione trapiantoil ruolo dell'infermierepreparazione concorsi infermier

Vai ai contenuti

Menu principale:

Da 1701 a 1800

Test area clinica 1 > Test medicina specialistica
 

1701. La scarlattina è causata da:
A* Streptococco di gruppo A
B Stafilococco
C Treponema pallido
D Non si conosce l'etiologia
E Pneumococchi
1702. L'idatidosi è causata da:
A* Echinococcus
B Taenia
C Hymenolepis nana
D Leptospire
E Agenti simil prionici
1703. Nel botulismo alimentare la malattia è determinata:
A Dalla tossina prodotta nell'intestino
B* Dalla tossina preformata nei cibi
C Dai prodotti di lisi del batterio a livello gastrico
D Dal batterio in fase di replica
E Dalla tossina citotonica
1704. Nell'infezione da HIV, il livello viremico è più alto e quindi il rischio di trasmissione è maggiore:
AREA CLINICA Pag. 290/529Ministero dell Istruzione, dell  Università e della Ricerca
, ,
A quando l'infezione è stata acquisita per via sessuale
B nella prime 24 ore dopo il contagio
C nella fase di latenza clinica
D* sia durante la fase acuta che tardivamente, quando il livello di CD4 è molto basso
E dopo trattamento con zidovudina, lamivudina e indinavir
1705. Un pensionato di 76 anni, ex minatore con silicosi polmonare, dopo 2 gioni di febbre elevata con otalgia destra presenta delirio
confuso ed entra in coma. All'E.O. vengono evidenziati segni meningei, herpes labialis, opacamento della membrana timpanica
destra. La T.C. del cranio non evidenzia alterazioni cerebrali ma mette in evidenza flogosi dell'orecchio medio e delle cavità
mastoidee di destra. Gli esami di laboratorio evidenziano leucocitosi neutrofila. L'esame del liquor dimostra pleiocitosi neutrofila,
ipoglicorrachia, iperprodidorrachia. Qual è l'orientamento eziologico più probabile?
A Meningite da gram-negativi
B Meningite meningococcica
C* Meningite pneumococcica
D Meningite tubercolare
E Meningite da ECHO virus
1706. Epidemie di malattie che dilagano attraverso i continenti si presentano in forma:
A Universale
B* Pandemica
C Endemica
D Sporadica
E Nessuna delle risposte indicate
1707. Nel paziente con AIDS, il trimetoprim/sulfametossazolo (cotrimossazolo) è usato nella terapia della:
A Aspergillosi disseminata
B Tubercolosi extrapolmonare
C* Polmonite da P.carinii
D Meningite da criptococco
E Retinite da cytomegalovirus
1708. Quale dei seguenti segni non è caratteristico dell'amebiasi intestinale da E. histolytica?
A emissione di feci con sangue
B* leucocitosi nel sangue periferico
C presenza di muco nelle feci
D dolorabilità addominale
E febbre modesta o assente
1709. Il quadro ematologico della Leishmaniosi è caratterizzato da:
A Un incremento dei neutrofili.
B Anemia microcitica
C* Leucopenia
D Piastrinosi
E Leucocitosi
AREA CLINICA Pag. 291/529Ministero dell Istruzione, dell  Università e della Ricerca
, ,
1710. Il trisma nel tetano è:
A Ipertono dei muscoli dorsali
B Spasmo degli sfinteri
C Rilassamento muscolare generalizzato
D* Ipertono dei muscoli masseteri
E Ipertono dei muscoli sternocleidomastoidei
1711. Quale dei seguenti può essere trasmettitore di malattia nel portatore guarito di tifo?
A saliva
B sangue
C lacrime
D sudore
E* feci
1712. L'Infezione da HPV e':
A Ubiquitaria e interessa almeno 1 volta nella vita il 75% della popolazione tra i 15 e i 49 anni.
B E' trasmessa per via sessuale
C E' responsabile di almeno 1/3 delle MTS(Malattie Trasmesse Sessualmente)
D E' responsabile di almeno 500.000 nuovi casi di cervico-carcinoma ogni anno nel mondo
E* tutte le risposte indicate
1713. Come si trasmette la giardiasi?
A attraverso ingestione di alimenti cotti
B* attraverso ingestione di acqua contaminata
C per via cutanea
D per via respiratoria
E nessuna delle risposte indicate
1714. Quali delle seguenti malattie infettive non si trasmette per contatto diretto con il malato?
A varicella
B epatite virale A
C febbre tifoide
D* brucellosi
E poliomielite
1715. La gastroenterite da rotavirus è una malattia diffusa in tutto il mondo. Quale e' la  principale via di trasmissione del virus ?
A* Via  oro-fecale
B Via respiratoria
C Via ematica
D Via linfatica
E contatto con superfici contaminate.
1716. Una giovane donna deve recarsi in Centro-Africa per turismo. La profilassi per malaria con meflochina:
AREA CLINICA Pag. 292/529Ministero dell Istruzione, dell  Università e della Ricerca
, ,
A non deve essere effettuata, perché la sua efficacia è controversa
B va fatta solo se si reca in paesi dove è endemico il P. vivax
C deve essere fatta a partire dal giorno che precede la partenza verso zona endemica e va conclusa una settimana prima del
ritorno in patria
D* deve essere effettuata a partire da una settimana prima della partenza, per tutto il soggiorno e proseguita per 4 settimane dopo
il rientro
E non va eseguita se la paziente è in gravidanza, perché è dimostrato che il rischio di puntura da zanzara Anopheles è bassissimo
in tale condizione
1717. La  Leishmania  è  un
A Elminta
B Virus ad RNA
C Batterio GRAM +
D* Protozoo
E Micete
1718. Sintomo o segno quasi costante in corso di rosolia è:
A Tosse
B* Aumento di volume dei linfonodi retronucali
C Febbre >40°C
D Opistotono
E Diarrea muco-sanguinolenta
1719. In quale settenario della febbre tifoide l'emocoltura è più frequentemente positiva?:
A* 1°settenario
B 2°settenario
C 3°settenario
D 4°settenario
E 5°settenario
1720. Profilassi della polmonite da Pneumocystis carinii nei soggetti con infezione da HIV (indicare la risposta corretta):
A meflochina
B* cotrimossazolo
C amfotericina B
D amoxicillina e ac. clavulanico
E fluconazolo
1721. La reattività immunologia ed immunopatologica, per essere complete, necessitano, oltre che della reazione antigene-anticorpo,
anche dell'intervento di tutti gli elementi indicati tranne uno: quale ?
A complemento
B granulociti
C* mediatori del dolore
D amine vasoattive
E linfociti T
AREA CLINICA Pag. 293/529Ministero dell Istruzione, dell  Università e della Ricerca
, ,
1722. In corso di porpora di Schònlein-Henoch si può osservare con discreta frequenza un danno a carico di tutte le strutture indicate
tranne una: quale?
A cute
B articolazioni
C reni
D* fegato
E intestino
1723. Quale delle affermazioni indicate e riferite alle malattie da immunocommplessi risulta esatta ?
A* si sviluppano quando immunocomplessi si depositano nei tessuti, causando flogosi e danno tissutale
B riconoscono una comune etiologia specifica
C la formazione di immunocomplessi circolanti corrisponde ad incremento dei livelli di complemento nel sangue
D gli emoderivati e gli antisieri eterologhi sono le cause più comuni della malattia da siero
E le manifestazioni cutanee sono l'espressione clinica più grave della malattia da immunocomplessi
1724. Diminuita immunità cellulo-mediata è stata rilevata in corso di:
A epatosteatosi
B tifo addominale
C* morbillo
D gotta
E diabete mellito
1725. I principali componenti del sistema immunitario responsabili delle difese dell'ospite e della patogenesi delle malattie
autoimmuni sono tutti quelli indicati, tranne uno: quale ?
A cellule B ed immunità umorale
B cellute T e monociti ed immunità cellulo-mediata
C complemento
D* sistema delle chimasi
E cellule fagocitiche e del sistema reticolo-endoteliale
1726. La presenza di angioedema ereditario deve fare sospettare un deficit :
A* del sistema complementare (C1 inibitore)
B del sistema anticorpale (deficit di Ig A)
C del sistema fagocitario (sindrome di Chediak-Higashi)
D della funzione timica
E del sistema anticorpale e del sistema fagocitario
1727. Nella agammaglobulinemia legata al sesso una delle affermazioni indicate è vera: quale?
A sono ridotte tutte le classi immunoglobuliniche tranne le Ig M
B* i linfociti B circolanti sono assenti o fortemente ridotti
C gli organi linfoidi sono normali
D sono assai frequenti le infezioni urinarie
E non si osservano quadri di poliartrite
AREA CLINICA Pag. 294/529Ministero dell Istruzione, dell  Università e della Ricerca
, ,
1728. Quale, tra le manifestazioni cliniche indicate, risulta meno comune nelle condizioni di immuno-deficienza?
A infezioni ricorrenti o croniche a carico delle vie respiratorie
B infezioni meningitiche
C disseminazioni batteriche
D* infezioni delle vie urinarie
E manifestazioni autoimmuni
1729. Quale delle seguenti affermazioni riferite alle Ig E  non risulta esatta ?
A* si fissano alla superficie dei basofili e delle mast-cellule dopo il contatto con l'antigene
B determinano degranulazione dei basofili e delle mast-cellule con liberazione di mediatori del danno cellulare
C sono responsabili di malattie da ipersensibilità di tipo immediato
D sono significativamente elevate nei soggetti allergici di razza bianca, rispetto ai non allergici
E hanno livelli più elevati nei soggetto atopici sofferenti di asma, rispetto ai soggetti con manifestazioni allergiche di minore
rilievo
1730. Tutti i gruppi di cellule indicati possiedono attività macrofagica tranne uno: quale ?
A istiociti
B cellule di Kuppfer
C osteoclasti
D cellule della microglia
E* plasmacellule
1731. In quale di queste affezioni morbose degli adulti si rileva frequentemente un'atrofia splenica?
A febbre ondulante
B emopoiesi extramidollare
C s. di Banti
D tubercolosi miliare acuta
E* m. celiaco
1732. Nella rinite allergica quale delle risposte indicate risulta non vera ?
A le manifestazioni cliniche possono perdurare tutto l'anno
B* sulle superficie mucose nasali sono presenti solo Ig A
C sulle superfici mucose nasali sono presenti Ig A ed Ig E
D i soggetti con manifestazioni cliniche perenni sono in genere adulti
E l'immunoterapia (terapia iposensibilizzante) è rivolta solo alle forme stagionali, non controllabili farmacologicamente
1733. Le reazioni da farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) agiscono con meccanismo Ig E mediato:
A si, nel 30% dei casi
B* no
C si, se coesiste allergia ad antibiotici
D no, nel 80% dei casi
E si, nel 100% dei casi
AREA CLINICA Pag. 295/529Ministero dell Istruzione, dell  Università e della Ricerca
, ,
1734. Il deficit selettivo di Ig A presenta tutte le caratteristiche indicate tranne una: quale?
A è la forma più frequente di deficienza immunologia primitiva
B in esso sono assai frequenti gli episodi di infezione respiratoria
C è frequentemente associato ad una sindrome da malassorbimento
D frequente è l' associazione con malattie autoimmuni ed atopia
E* ha una incidenza inferiore al 20% rispetto agli altri difetti immunologici primitivi
1735. Nell'amiloidosi  quale delle affermazioni indicate risulta esatta ?
A* consiste nella deposizione extracellulare di una proteina fibrosa (amiloide), in una o più sedi dell'organismo
B nell'amiloidosi le fibrille amiloidee sono localizzate intracellularmente
C l'interessamento di organi endocrini da parte di sostanza amiloide comporta la disfunzione degli stessi
D nell'amiloidosi eredo-familiare l'interessamento del sistema nervoso ha prognosi favorevole
E la sequenza aminoacidica delle proteine dell'amiloide primaria ha residui N-terminali identici a quelli delle catene pesanti
delle immunoglobuline
1736. Il rilievo di una eosinofilia è caratteristico di tutti i quadri morbosi indicati tranne uno: quale?
A asma
B filariosi
C sindrome di Churg-Strauss
D sindrome di Sezary
E* polmonite lobare
1737. L'amiloidosi dovuta a catene leggere di immunoglobuline è quella che si rileva:
A* nel mieloma multiplo
B nelle osteiti batteriche  croniche
C nelle pielonefriti croniche suppurative
D nella tubercolosi
E nel m. di Hodgkin
1738. Sindromi paraneoplastiche sono più frequenti in:
A* tumori polmonari
B tumori gastrici
C tumori intestinali
D tumori celebrali
E linfomi
1739. Un addetto al mantenimento della rete fognaria sviluppa febbre remittente (38-40°C), brivido, cefalea intensa, mialgie,
iniezione congiuntivale senza essudato purulento, dolore addominale e diarrea. Il vostro sospetto diagnostico è:
A tossinfezione da stafilococco
B epatite da virus A
C* leptospirosi
D febbre tifoide
E influenza
AREA CLINICA Pag. 296/529Ministero dell Istruzione, dell  Università e della Ricerca
, ,
1740. L'immunità anti-tumore è devoluta soprattutto a:
A macrofagi attivati
B cellule NK
C linfociti T citotossici
D* tutti questi tipi cellulari
E nessuno di questi tipi cellulari
1741. Nella cosiddetta risposta "primaria" quali sono le prime immunoglobuline che vengono sintetizzate dalle plasmacellule ?
A Ig E
B Ig A
C* Ig M
D Ig D
E Ig G
1742. Nelle immunodeficienze secondarie una delle affermazioni indicate è vera: quale?
A sono più rare delle forme primitive
B* sono più frequenti delle forme primitive
C sono patologie rare e di prevalente interesse pediatrico
D sono sempre irreversibili
E sono caratterizzate da una elevata incidenza di fattori genetici
1743. In tutte queste malattie l'infiammazione cronica ha le caratteristiche delle reazioni da ipersensibilità, tranne:
A m. di Crohn
B artrite reumatoide
C sarcoidosi
D enterite regionale
E* osteomielite
1744. Quale di queste affezioni dell'occhio è una malattia autoimmune?
A retinite pigmentosa
B congiuntivite follicolare
C tracoma
D glaucoma
E* iridociclite
1745. Quale delle seguenti affermazioni non è vera ?
A le infezioni da candida albicans sono accompagnate da un difetto dell'immunità cellulo-mediata
B il più frequente deficit isolato di immunoglobuline è il deficit di IgA
C il timoma è associato ad immunodeficit
D* la sindrome di Down non è accompagnata da immunodeficit
E la sindrome di Di George consiste essenzialmente in un deficit T cellulare isolato
1746. Nella Sarcoidosi  una delle affermazioni indicate non corrisponde al vero: quale ?
AREA CLINICA Pag. 297/529Ministero dell Istruzione, dell  Università e della Ricerca
, ,
A linfociti T helper e fagociti monucleati si accumulano negli organi colpiti
B* l'intradermoreazione tubercolinica è sempre positiva
C il 90% dei soggetti affetti presenta alterazioni radiologiche del torace in qualche momento della malattia
D il granuloma sarcoidosico è una struttura compatta fatta da mononucleati, cellule T e cellule B
E il prevalere di linfociti T helper a livello degli organi interessati dalla malattia è responsabile della risposta cutanea alla
tubercolina
1747. Nella Sindrome di Sjogren quale delle affermazioni indicate non corrisponde al vero ?
A il fattore reumatoide è presente nell'80% dei casi
B* l'interessamento epatico è preminente
C esiste una diminuzione della funzione secretiva delle ghiandole salivari
D la diagnosi clinica avviene solo dopo anni dalla comparsa di sintomi aspecifici
E la cheratocongiuntivite sicca è dovuta alla distruzione dell'epitelio congiuntivele bulbare e corneale
1748. Facendo riferimento al sistema HLA  ( Human Leukocyte - System A ) quale delle affermazioni riportate non risulta corretta ?
A nell' uomo individua il Complesso Maggiore di Istocompatibilità
B* definisce un particolare sistema gruppoematico
C la sua conoscenza ha aperto l' era dei trapianti di organo
D le piastrine condividono alcune molecole del sistema HLA
E anche sui granulociti sono stati individuati antigeni HLA
1749. Il virus di Epsten - Barr è ritenuto un fattore etiologico importante per:
A* linfoma di Burkitt
B linfoma di Hodgkin
C melanoma
D tumore primitivo del fegato
E carcinoma della mammella
1750. Il deficit immunologico variabile ( agammaglobulinemia comune variabile ) presenta tutte le caratteristiche indicate tranne
una: quale?
A si associa ad iperplasia linfoide tonsillare ed intestinale
B la compromissione articolare è scarsa od assente
C* le manifestazioni diarroiche sono scarse od assenti
D la suscettibilità alle infezioni si manifesta verso i 7 anni di età
E prevalgono nettamente le infezioni broncopneumoniche
1751. L'artrite tubercolare è tipicamente:
A poliarticolare
B* monoarticolare
C ad evoluzione iperostosante
D radiologicamente muta
E mai ascessualizzata
1752. Quale delle seguenti manifestazioni cutanee suggerisce una diagnosi diversa da quella di lupus eritematoso sistemico:
AREA CLINICA Pag. 298/529Ministero dell Istruzione, dell  Università e della Ricerca
, ,
A eritema malare
B alopecia
C ulcere orali
D* rash eliotropo
E fotosensibilità
1753. In riferimento alla artrite psoriasica quale delle seguenti affermazioni non è vera:
A oltre il 70% dei pazienti è affetto da psoriasi cutanea molti anni prima dell'esordio dell'artrite
B in una piccola percentuale di casi colpisce le articolazioni sacro-iliache ed ogni
C tratto della colonna vertebrale può manifestarsi con entesite che mima l'artrite
D è classificata tra le spondiloartopatie sieronegative
E* la terapia medica con metotressato, rivolta alla cura del danno articolare, migliora sempre anche le lesioni cutanee
1754. Il sintomo più caratteristico della m. di Horton è:
A sensazione di malessere
B* cefalea intensa, parossistica
C dolore articolare
D ambliopia
E vertigini
1755. Quale delle seguenti alterazioni immunologiche si ritrova nella dermatite atopica?
A aumentata suscettibilità ad infezioni cutanee virali, micotiche e stafilococciche
B ridotta risposta cutanea ad antigeni tubercolina, candidina, streptochinasi-streptodornasi) iniettati per via intradermica
C ridotta risposta in vitro dei linfociti di sangue periferico a PHA e ConA
D depressa chemiotassi dei neutrofili e dei monociti
E* tutte le affermazioni sono corrette
1756. Le anafilotossine sono:
A immunoglobuline di classe IgG
B immunoglobuline di classe IgE
C frammenti C3b, C3bi e C3d del sistema del complemento
D* frammenti C3a e C5a del sistema del complemento
E sostanze prodotte a partire dall'acido arachidonico tramite l'azione dell'enzima ciclo-ossigenasi 1 (COX-1)
1757. Nell'artrite reumatoide quali sono le articolazioni più frequentemente colpite fra le seguenti?
A* le piccole articolazioni delle mani
B le tibio-tarsiche
C le anche
D i gomiti
E le temporo-mandibolari
1758. Quale di questi farmaci può provocare una crisi di asma bronchiale?
AREA CLINICA Pag. 299/529Ministero dell Istruzione, dell  Università e della Ricerca
, ,
A caffeina
B* aspirina
C ergotamina
D teofillina
E paracetamolo
1759. Il paziente colpito da poliartrite nodosa frequentemente presenta a carico dell'apparato respiratorio:
A pneumotorace spontaneo
B* asma bronchiale
C enfisema bolloso
D broncopolmonite recidivante
E fibrosi polmonare
1760. In base a quale degli elementi laboratoristici indicati una spondiloartrite è definita sieronegativa:
A* per negatività del fattore reumatoide
B per negatività dei cosiddetti indici aspecifici di flogosi
C per negatività di ANCA
D per negatività di ANA
E per assenza del fattore reumatoide e negatività di ANA
1761. Giuseppe è un 82enne pensionato con storia clinica remota di malattia coronarica, ipertensione, vasculopatia cerebrale,
collasso vertebrale di T12; si presenta con malessere generale, anoressia, incapacità alla deambulazione. Da tre mesi ha notato
accentuazione dell'astenia; inoltre ha perso circa 6 kg di peso ed ha dolore e rigidità alle articolazioni delle anche e delle spalle.
Elettroliti plasmatici, creatinina, azotemia, bicrabonati sono nella norma. L'emoglobina è 10.0 g/dl, la conta leucocitaria 5.3×109/L,
la conta piastrinica 389×109/L, la VES 99 mm/hr, il CPK 241 U/L. La vostra diagnosi è
A miopatia infiammatoria
B pseudo-osteoartrosi
C fibromialgia
D miosite da corpi inclusi
E* polimialgia reumatica
1762. Quali di questi anticorpi antinucleo sono tipici della diagnosi di LES?
A antiperinucleari
B* anti-DNA a doppia elica
C anti-DNA a singola elica
D anti mucosa gastrica
E anti RNP
1763. Nell'artrite reumatoide, oltre alle articolazioni, quale organo, tra quelli indicati, non è generalmente coinvolto ?
A cute
B polmoni
C cuore
D sistema nervoso
E* fegato
AREA CLINICA Pag. 300/529Ministero dell Istruzione, dell  Università e della Ricerca
, ,
1764. Il fattore reumatoide è:
A* una immunoglobulina IgM diretta verso lo Fc delle IgG
B un autoanticorpo anti-nucleo (ANA)
C un enzima del tessuto sinoviale
D una proteina di fase acuta
E nessuna risposta è corretta
1765. Quale dei seguenti reperti anatomo-radiologici è tipico della artrite reumatoide?
A* erosioni delle epifisi
B microfratture iuxtarticolari
C osteosclerosi subcondrale
D geodi diafisari
E osteofitosi
1766. La lombalgia o la dorsalgia notturna, che sveglia il paziente verso le ultime ore della notte, indirizza verso la diagnosi di:
A Scoliosi
B Osteoartrosi
C Spondilolistesi
D* Spondilite Anchilosante
E Artrite Reumatoide
1767. La positività degli ANCA (anticorpi anti-citoplasma dei neutrofili) è un marcatore diagnostico di:
A sarcoidosi
B* vasculiti sistemiche
C artrite reumatoide
D malattia mista del connettivo (MCTD)
E lupus eritematoso sistemico
1768. Tra le malattie articolari indicate quale può interessare anche il tratto cervicale della colonna vertebrale ?
A* artrite reumatoide
B sindrome di Reiter
C sindrome fibromialgica
D osteoporosi
E polimialgia reumatica
1769. Le manifestazioni cliniche più frequenti nelle immunodeficienze congenite del compartimento B sono infezioni da:
A micobatteri
B* piogeni
C virus erpetici
D micoplasmi
E legionella
1770. Gli anticorpi anti-nucleo (ANA) vanno richiesti nel sospetto di:
AREA CLINICA Pag. 301/529Ministero dell Istruzione, dell  Università e della Ricerca
, ,
A Artrite Reumatoide
B Osteoartrosi
C Sarcoidosi
D* Connettiviti
E Tiroidite Autoimmune
1771. Quale dei seguenti sintomi della malattia reumatica è di più rara osservazione?
A* pleurite reumatica
B endocardite reumatica
C miocardite reumatica
D febbre
E tachicardia persistente
1772. Una clinica all'esordio caratterizzata da dolore articolare, almeno tre articolazioni tumefatte, rigidità mattutina superiore a 30
minuti, positività del fattore reumatoide o degli anticorpi anti-CCP deve far pensare a:
A Artrite Gottosa
B Spondiloartrite
C* Artrite Reumatoide
D Polimialgia
E Osteoartrosi
1773. Quale delle seguenti sedi è tipicamente colpita da fratture nella osteoporosi di tipo II?
A vertebre lombari
B vertebre dorsali
C radio
D vertebre cervicali
E* collo del femore
1774. In corso di lupus eritematoso sistemico si osserva più spesso:
A una importante leucocitosi da aumento dei linfociti circolanti (linfocitosi)
B* una leucopenia
C una poliglobulia
D una trombocitosi
E tutte le risposte indicate sono corrette
1775. La sindrome di Sjogren:
A è più frequente nella giovane donna
B è una patologia pediatrica
C* si manifesta tipicamente nella donna di mezza età
D non si associa mai all'artrite reumatoide
E può provocare una eccessiva lacrimazione
1776. Un vostro paziente di 60 anni lamenta la comparsa di pousseés di porpora palpabile agli arti inferiori. Lamenta inoltre artralgie
e stanchezza. Non ha assunto farmaci. Gli esami di routine mostrano una alterazione a raddoppio delle transaminasi e un certo
AREA CLINICA Pag. 302/529Ministero dell Istruzione, dell  Università e della Ricerca
, ,
incremento della VES. Qual è la diagnosi più probabile?
A* crioglobulinemia mista HCV-correlata
B artrite reumatoide
C porpora di Henoch-Schonlein
D osteoartrosi
E tromboangioite obliterante di Buerger
1777. In quale delle seguenti malattie si può determinare una "artrite reattiva" sieronegativa?
A* m. di Crohn
B gotta
C diabete
D epatite virale
E m. di Paget
1778. Nell'artrite reumatoide il danno articolare inizia da:
A* membrana sinoviale
B cartilagine articolare
C osso sottocondrale
D nessuna di queste risposte è giusta
E capsula articolare
1779. Quale, tra le caratteristiche cliniche indicate, non è associata alla fibromialgia ?
A cefalea di tipo tensivo
B* vasculite
C emicrania
D difficoltà cognitive
E sindrome del colon irritabile
1780. La iperreattività bronchiale:
A si accompagna sempre ad asma bronchiale conclamato
B* può essere evidenziata anche in pazienti asintomatici
C viene comunemente evidenziata con l'inalazione di atropina
D viene comuinemente evidenziata con l'inalazione di salbutamolo
E viene esaltata dall'inalazione di anticolinergici come l'ipratropio bromuro
1781. Cosa si intende per picco di massa ossea?
A il valore di densità minerale ossea prima della menopausa
B* il valore di densità minerale ossea raggiunto all'età di circa 25 anni
C il valore minimo di densità minerale ossea riscontraato in occasione di una frattura
D il valore massimo di densità minerale ossea riscontrato durante una terapia per osteoporosi
E il valore medio di densità minerale ossea riscontrato con densitometria a raggi x
1782. Una donna di 65 anni lamenta dolori persistenti alle spalle, al rachide lombo-sacrale e alle anche insorti da circa 2 mesi. Ha
AREA CLINICA Pag. 303/529Ministero dell Istruzione, dell  Università e della Ricerca
, ,
inoltre notato rigidità mattutine, ma il sintomo più evidente è una severa affaticabilità. Gli esami di laboratorio mostrano: ematocito
34%; acido urico 7.1; VES 70; CPK normale; l'elettromiografia mostra un tracciato non specifico. La diagnosi più  probabile è:
A* polimialgia reumatica
B polimiosite
C gotta
D fibromialgia
E artrite reumatoide
1783. L'alterazione caratteristica dell'esofago, in corso di sclerosi sistemica è:
A la sua deviazione in varie direzioni
B l'evidenziazione di diverticoli da trazione
C l'evidenziazione di diverticoli da pulsione
D* l'ipotonia e la rigidità delle pareti e la sua dilatazione
E il ritardato svuotamento per spasmo cardiale
1784. La malattia reumatica riconosce una etiologia da:
A streptococco viridans
B* streptococco beta-emolitico di gruppo A
C pneumococco
D stafilococco
E enterococco
1785. Tutti i seguenti sono elementi a favore di una diagnosi di spondilite anchilosante, tranne:
A dolore del rachide che migliora con il movimento
B dolore orbita acuto, unilaterale
C* eruzione papulo-squamosa su palmo delle mani e pianta dei piedi
D esordio insidioso, graduale dei sintomi
E oligoartropatia periferica asimmetrica
1786. La lesione infiammatoria cronica destruente a carico delle cartilagini nasali è tipica:
A* del morbo di Wegener
B del morbo di Behçet
C del lupus eritematoso sistemico
D della morfea
E della sclerodermia diffusa
1787. Quale manifestazione è tipica dell'artrite psoriasica?
A la pericardite
B la lussazione volare del polso
C la comparsa di dolore articolare dopo sforzo fisico
D* la dattilite
E il fenomeno di Raynaud
AREA CLINICA Pag. 304/529Ministero dell Istruzione, dell  Università e della Ricerca
, ,
1788. Quale, tra le artriti indicate, è caratterizzata da un quadro di malattia monoarticolare dovuto a causa non infiammatoria ?
A artrite da cristalli
B* artrite in corso di amiloidosi
C artrite batterica
D artrite psoriasica
E artrite in corso di LES
1789. Tra le patologie indicate quale è responsabile di un interessamento poliarticolare da causa infiammatoria ?
A osteoartrosi
B emocromatosi
C amiloidosi
D* febbre reumatica
E emofilia
1790. L'arterite giganto-cellulare (arterite temporale o arterite di Horton) è una malattia grave perchè:
A porta facilmente a fratture ossee
B* può portare a cecità improvvisa
C non esiste nessuna possibilità di cura
D porta facilmente a insufficienza renale
E facilita l'insorgenza di neoplasie
1791. Un trapianto tra individui di specie differente è:
A* uno xenotrapianto
B un allotrapianto
C un isotrapianto
D un autotrapianto
E un espianto
1792. L'antigene HL - A B27 è un antigene presente nell'85% dei pazienti affetti da:
A artrite reumatoide
B* spondilite anchilosante
C gotta
D artrite psoriasica
E febbre acuta reumatica
1793. Il fenomeno Lupus Eritematoso (LE) è:
A l'esacerbazione di lupus dopo esposizione a radiazione UV
B* la fagocitosi di nuclei cellulari da parte di polimorfonucleati neutrofili
C il riscontro di falsa positività per i test non treponemici della sifilide
D la comparsa di tachicardia ed ipotensione dopo terapia con penicillina in pazienti con lupus
E un rash eritematoso in regione malare
1794. Il deficit selettivo di IgA:
AREA CLINICA Pag. 305/529Ministero dell Istruzione, dell  Università e della Ricerca
, ,
A* può essere asintomatico
B non si manifesta mai con le infezioni respiratorie
C è una malattia tipica dell'anziano
D è una delle rare immunodeficienze primitive
E nessuna delle risposte indicate e' vera
1795. Tutti i seguenti sono elementi a favore di una diagnosi di osteoartrosi piuttosto che di artrite reumatoide, tranne:
A* interessamento poliarticolare
B VES e PCR normali
C presenza di noduli di Heberden
D presenza di osteofiti del ginocchio
E rigidità mattutina di durata < 30 min
1796. Quali sono le caratteristiche dell'iperpiressia del morbo di Still?
A febbricola serotina
B* febbre elevata, intermittente, spesso accompagnata da un rash cutaneo fugace
C febbre elevata, remittente
D febbre ondulante
E febbre continua
1797. Quali tra le seguenti asserzioni relative alla gotta è corretta?
A si associa frequentemente ad artrite reumatoide
B è la più rara delle artriti da cristalli
C può colpire le articolazioni del rachide
D non colpisce mai il sesso femminile
E* spesso esordisce di notte
1798. Quale delle seguenti condizioni è associata alla presenza di anticorpi antinucleo nella pressocchè totalità dei casi?
A* lupus sistemico
B sindrome da anticorpi antifosfolipidi primitiva
C poliarterite nodosa
D sindrome da stanchezza cronica
E fibromialgia
1799. Tutte le seguenti malattie articolari sono su base immunologica, tranne:
A artropatia del LES
B* artropatia gottosa
C artropatia della s. di Felty
D reumatismo articolare acuto
E artrite reumatoide
1800. Nell'artrite reumatoide qual è la deformità più caratteristica delle dita delle mani?
AREA CLINICA Pag. 306/529A in estensione
B in iperflessione del dito medio
C in iperflessione del mignolo
D in deviazione verso il lato radiale
E* in deviazione verso il lato ulnare

 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu